Le vostre zone erronee – Wayne W. Dyer

IMPARIAMO A VIVERE LA NOSTRA VITA, NON QUELLA DEGLI ALTRI

 

Il passato e il senso di colpa, il bisogno dell’approvazione degli altri, la dipendenza e la sensibilità al giudizio negativo, la tendenza a rimandare e a farci sopraffare dagli umori “cattivi”: sono i nemici della costruzione della nostra vita.

Condurre invece la nostra vita nella direzione che noi realmente vogliamo percorrere, affrontare le criticità quotidiane sapendo che i problemi sono parte della condizione umana e che possiamo scegliere la via della felicità nonostante la loro inevitabile presenza, fanno di noi persone “intelligenti ed efficienti”. Ogni giorno, abbiamo la possibilità di decidere il nostro modo di pensare e di vivere le emozioni, anche se la cultura di appartenenza ci ha inculcato i tanti “dovrei e avrei dovuto”… anche se non è semplice pensare la nostra esistenza in modo diverso da come siamo stati abituati e condizionati: abbattere il senso di colpa, il pregiudizio, la paura del giudizio sociale, imparare a non essere infelici richiedono l’abbattimento e l’alleggerimento dalle zavorre del nostro passato.

Distruggere gli schemi mentali che ci fanno compagnia da anni e che spesso ci limitano nell’inattività, nell’insicurezza, nell’indecisione, nella paralisi delle nostre emozioni e nel congelamento dei nostri modi di pensare la vita può diventare il nostro obiettivo di realizzazione della nostra realtà felice vivendo il presente.