Perché le donne non si piacciono

Non essere sufficientemente bella, accettabile, piacente: è a volte un pensiero fisso e una preoccupazione reale per molte donne. Ma non provare soddisfazione nell’ammirare la propria immagine riflessa allo specchio è una conferma dell’opinione più generale che abbiamo di noi: se il nostro corpo non ci piace, probabilmente il cuore del problema va ricercato nella nostra interiorità.

Molte donne vivono con angoscia il proprio aspetto fisico e un senso di fallimento generale le rende infelici e genera in esse un sentimento di valorizzazione in tutti i campi. Solo apparentemente la causa è da riferire all’insoddisfazione per le proprie “forme”, perché le ragioni dell’insoddisfazione di sé sono certamente più profonde: una stima di sé inadeguata, un livello di insicurezza troppo alto, una sensibilità eccessiva al giudizio esterno … fino alla possibilità che alla base ci sia una sintomatologia depressiva.

Magari abbiamo inseguito falsi modelli di successo, siamo stati compiacenti con i nostri familiari e abbiamo messo nell’angolo noi stesse e i nostri obiettivi. Oppure tendiamo a restare fisse sul passato e sugli errori o occasioni perse.

Individuare il problema e acquisire consapevolezza sulle motivazioni che ci rendono insoddisfatte e ci impediscono di guardare noi stesse con benevolenza, accettando gli errori e programmando il nostro personale futuro sono il primo passo verso l’incremento e la valorizzazione dell’autostima. Operare poi una rivalutazione della qualità della propria vita e delle relazioni è parte di un processo di cambiamento impegnativo ma sicuramente foriero di soddisfazione, successo e autorealizzazione.

Significa affidare a noi stesse il potere di renderci felici.

Scopri i nostri servizi e interventi su http://www.centroantes.it/servizi/psicologia-e-psicoterapia/che-cose/

Per ulteriori informazioni vai su http://www.centroantes.it/info/

Sistema Comunicazione Management Antes