Disturbi alimentari negli adolescenti

Perché alcuni adolescenti esprimono un rifiuto categorico del cibo?
Perché altri si abbuffano di cibo con una voracità insaziabile?
Quali sono le cause e le conseguenze dell’anoressia e della bulimia, gravi disturbi alimentari di tipo psicologico, che colpiscono prevalentemente gli adolescenti?

L’adolescenza è la tappa evolutiva di passaggio dallo status infantile a quello adulto. Durante questo delicato periodo di vita, lo sviluppo psicologico – emozionale non procede sempre di pari passo con lo sviluppo fisico;
inoltre, le società occidentalizzate stanno provocando un ritardo sempre maggiore dello sviluppo psicologico mentre in altre zone del mondo pare verificarsi l’opposto.

L’anoressia è la mancanza o riduzione dell’appetito. Si tratta di un sintomo che accompagna numerose e distinte malattie, ed è dovuto a diverse cause. Si caratterizza per i seguenti fattori:
. prevalenza nel sesso femminile (solo il 15% delle persone con Anoressia o Bulimia sono maschi);
. l’esordio avviene più frequentemente fra i 14 e i 18 anni;
. non vi è alcuna distinzione rispetto al ceto sociale.

Tre sono le caratteristiche riconosciute nel disturbo anoressico:
una distorta percezione del proprio corpo, una difficoltà a dare un nome alle proprie sensazioni corporee, e un senso generale di incapacità.

La bulimia nervosa è, insieme all’anoressia nervosa, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare, detti anche Disturbi Alimentari Psicogeni (DAP). Ciò che contraddistingue la bulimia è l’assunzione in maniera coatta e irrefrenabile di una quantità di cibo esorbitante, cibo che successivamente verrà espulso attraverso pratiche di vomito autoindotto, utilizzo di lassativi, purghe, digiuni e intenso esercizio fisico.

GUIDA GENITORI – SEGNALI DA NON SOTTOVALUTARE

ANORESSIA
. Mangia poco e solo determinati alimenti
. Evita grasso e condimento
. Lascia nel piatto molti scarti.
. Taglia il cibo in pezzi piccolissimi
. Mangia lentamente e beve molta acqua
. Lamenta di essere “grasso”
. Si pesa tutti i giorni e più volte al giorno
. Pratica attività fisica in maniera ossessiva

BULIMIA
. Mangia tanto e spesso fuori orario
. Mangia in maniera vorace
. Si alza spesso di notte per mangiare
. Subito dopo mangiato si sente in colpa e si procura il vomito
. Fa uso ingiustificato di lassativi

ALLARME DRUNKNORESSIA
L’alcol fa ingrassare. Per questo fra molte ragazze inizia a diffondersi il fenomeno della DRUNKNORESSIA: non mangiare per un giorno intero (a volte anche due) prima del weekend, per poter bere a dismisura salvaguardando la linea. I danni sono allarmanti:
il fegato, che ha la funzione di metabolizzare l’alcol, va incontro a forme di epatite alcolica, steatosi (fegato grosso), cirrosi e tumore.

Sistema Comunicazione Management Antes