Piacere o piacersi

Il processo di svincolo dal giudizio

Essere se stessi e liberarsi della paura del giudizio degli altri vuol dire essere autentici, vivere in trasparenza e in maniera congruente ai propri bisogni e desideri. Significa anche tenere in considerazione l’opinione altrui ma portare avanti le scelte personali indipendentemente dal consenso sociale. Numerose sono le situazioni esistenziali nelle quali decidiamo di piacere al mondo esterno o a noi stessi.
Ogni volta che decidiamo di piacere agli altri ci troviamo a modificare il nostro comportamento e una parte di noi. Perché assumiamo come dominante il giudizio esterno. Questo stile è una costante fonte di ansia che ci induce a ricercare l’approvazione e il consenso altrui quando parliamo e quando agiamo delle scelte.
Si tratta della paura del giudizio legata al bisogno di approvazione : “Cosa diranno i miei genitori?”. Il condizionamento ambientale gioca un ruolo prioritario nel dare forma al nostro sistema di valori che ci guida nelle scelte della vita quotidiana. Se siamo centrati sul giudizio spostiamo l’attenzione da noi stessi agli altri e sviluppiamo un modo di pensare che denota scarsa personalità e difficoltà di esprimere idee e opinioni personali, dal momento che prevale costantemente il pensiero di ciò che ‘diranno gli altri’…e allora le decisioni non sono più le nostre: sostanzialmente noi agiamo scelte altrui creandoci la fantasia di aver deciso noi.
Condurre la propria vita in funzione del giudizio esterno ha conseguenze importanti sulla qualità di vita : una di queste è la difficoltà a dire no alle richieste per paura della critica. Generalmente diventiamo servili e passivi con persone che percepiamo più “forti” e “potenti” di noi perché il valore che attribuiamo a noi stessi è inferiore al valore che attribuiamo all’altro.
L’origine dell’atteggiamento accondiscendente e dipendente dall’altro è da ricercarsi nella famiglia : a livello educativo, probabilmente abbiamo subito un imprinting caratterizzato dall’apprendimento di stili relazionali di tipo dipendente e passivo; per esempio, può capitare di scegliere sulla base di ciò che fa piacere ai familiari mettendo sullo sfondo il nostro volere o le nostre inclinazioni profonde.
Piacersi significa quindi prendere contatto, ascoltare e agire noi stessi per una costruzione funzionale della nostra individualità. Raggiungere tale obiettivo è legato all’essere adulti e l’essere adulti richiede un percorso di svincolo da costrutti, credenze e storia educativa laddove la nostra essenza non è congruente con i dettami familiari. È possibile costruire relazioni sane e divenire ciò che realmente si è.

Il Centro Antes promuove percorsi di conoscenza di sé, dei propri bisogni esistenziali e di integrazione fra la storia personale di ognuno di noi e i bisogni di affermazione di sé come individuo.

Sistema Comunicazione Management Antes