Ti amo perché ho bisogno di te

La dipendenza amorosa e l’annientamento di sé

“Sei la mia vita… Senza di te non posso vivere… ” sono affermazioni che facciamo in molti casi sulla scia del trasporto della passione amorosa e soprattutto nella fase iniziale della relazione. Quando queste frasi diventano un vissuto emotivo stabile e c’è la ricerca della fusione, ossia della totale dedizione all’altro allo scopo di perseguire il suo benessere e non anche il proprio, parliamo di DIPENDENZA AFFETTIVA. Il partner diviene il pensiero costante, tutta la giornata è organizzata in funzione della relazione ‘amorosa’ e le esigenze personali passano in secondo piano fino poi ad annullarsi totalmente. La persona dipendente, nel tempo, sviluppa paura dell’abbandono, della separazione e della solitudine: tale meccanismo porta negazione dei propri bisogni e desideri e innesca un circolo vizioso che ferma la crescita personale e toglie autonomia psichica all’individuo. Da soli ci si sente persi perché la propria identità si fonde con quella del partner.
Alla base della dipendenza affettiva ci sono insicurezza, senso di inadeguatezza, ricerca di un senso di sé nell’altro, mancanza di consapevolezza dei propri bisogni e di una progettualità
individuale.
La persona dipendente sviluppa nel tempo disturbi d’ansia e dell’umore che necessitano di un intervento specialistico finalizzato alla riappropriazione del concetto di sé e dell’autonomia psichica.

Il Centro Antes accoglie persone che presentano il suddetto disagio psichico e implementa interventi specialistici immediati e pluridisciplinari.

Sistema Comunicazione Management Antes