Email Antes su facebook Posta certificata

Post.lauream

Regolamento:
I laureati in psicologia, per poter sostenere l'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di psicologo, hanno l'obbligo (legge n°56 del 18 febbraio 1989, art. 5 e decr, min. del 13 gennaio 1992 n° 239) di svolgere un tirocinio pratico post-lauream che ha lo scopo di affrontare le tematiche metodologiche e deontologiche legate al ruolo e alle funzioni dello psicologo.
 

Supervisione:
Il tirocinante in Antes avrà un supervisore (uno psicologo iscritto all'albo da più di tre anni,) il quale si occuperà di:
- introdurlo nel contesto entro il quale si svolge il tirocinio;
- definire gli obiettivi e l'attività;
- monitorare l'esperienza del tirocinante aiutandone una comprensione critica;
- verificare l'esperienza e apportare suggerimenti per integrarla o correggerla.
Le ore svolte durante il tirocinio saranno documentate nell'apposito libretto rilasciato dalla Commissione Tirocini della propria università; se il tirocinante risulterà assente per un periodo superiore a un terzo delle ore previste, il tirocinio non sarà valido per poter sostenere l'esame di Stato e dovrà essere ripetuto. 

 

Convenzioni:
L'Antes è al momento convenzionata con l'Università degli Studi di Cagliari, con l'Università degli Studi di Urbino e con l'Università degli Studi di Firenze e opera:

a) nell'area della psicologia clinica, attraverso interventi di prevenzione di consulenza e psicoterapia;
b) nell'area psicosociale con una attenzione alle problematiche della dispersione scolastica e del disagio in genere;

c) e in quella della psicologia di comunità e delle residenza.

Le convenzioni esterne possono essere richieste da ciascun laureando/laureato alla propria università secondo le modalità previste dalla stessa.
 

Specializzazione

Regolamento:
L'articolo 8 del Decreto Ministeriale 509/98 in applicazione all'articolo 3 della legge 56/89, prevede che i corsi quadriennali di formazione per l'abilitazione all'esercizio della psicoterapia debbano comprendere almeno cinquecento ore annuali di insegnamento teorico e pratico, di cui almeno cento dedicate al tirocinio presso strutture o servizi pubblici o privati accreditati, al fine di verificare l'efficacia dell'indirizzo metodologico e teorico seguito dall'istituto.
La durata del tirocinio ha durata quadriennale e si articolerà come da accordi tra la scuola di specializzazione e il frequentatore stesso.
Il responsabile del tirocinio sarà obbligatoriamente lo psicoterapeuta tutor in servizio presso l'ente da almeno un anno. L'attività di tirocinio non può in nessun caso costituire rapporto di lavoro e non comporta assunzione di oneri né da parte del tirocinante né da parte della scuola di specializzazione.
 
 

Finalità:
Gli specializzandi in psicoterapia sono già dei professionisti accreditati presso i rispettivi ordini professionali e possono perciò svolgere attività di ricerca clinica o prendere in carico dei pazienti, fermo restando che la responsabilità all'interno della struttura rimane al tutor psicoterapeuta dell'Antes.

Il tirocinio per la specializzazione in psicoterapia costituisce un'importante opportunità di riflessione e ricerca clinica sia per il tirocinante che per la struttura ospitante, in quanto potrebbero intervenire tra l'ente e la scuola di specializzazione progetti di reciproco interesse. Al termine del tirocinio è previsto un momento di confronto e valutazione dell'attività svolta tra il tutor dell'ente e il referente della scuola di specializzazione.

 

Modelli Teorici:
Presso il nostro centro sarà possibile studiare e conoscere differenti modelli teorici:
- l'analisi transazionale: approccio fondato da Eric Berne tra gli anni '50 e '60 che comprende una teoria sullo sviluppo della personalità, sulle dinamiche intrapsichiche e su quelle relazionali da un lato e dall'altro un sistema di psicoterapia;
- l'ottica sistemica: che vede l'individuo come parte integrante di un sistema umano più ampio; tale sistema è aperto, cioè ha confini permeabili che permettono scambi con l'esterno e le modalità relazionali non costituiscono una causalità lineare quanto piuttosto una causalità circolare; sia gli scambi all'interno del sistema che quelli verso l'esterno sono scambi comunicativi. L'ottica sistemica è utilizzata soprattutto come modello teorico per le terapie familiari;
- la programmazione neurolinguistica: approccio nato negli anni '70 ad opera di Richard Bandler e John Grinder, ha tre aspetti principali: 1) programmazione, cioè il modo in cui agiamo per ottenere dei risultati: 2) neuro, vale a dire il nostro apparato neurologico e quindi pensare e percepire come base del comportamento; 3) linguistica, in quanto ogni processo neurologico è tradotto in un codice linguistico. Lo scopo della PNL è migliorare la comunicazione e modellare il comportamento.
- EMDR (eye movement desensitization and reprocessing): approccio che, utilizzando movimenti oculari e altre forme di stimolazione alternata destra/sinistra per ristabilire l'equilibrio eccitatorio inibitorio, si è dimostrato molto efficace nel trattamento di tutti i tipi di trauma.

 

Convenzioni:
L'Antes è al momento convenzionata con:
- l'A.S.P.I.C., scuola di specializzazione quadriennale in psicologia clinica di comunità e psicoterapia umanistica integrata, fondata da Edoardo Giusti e Claudia Montanari con sede a Roma. La scuola ad indirizzo Fenomenologico Esistenziale, si propone di trasmettere le metodologie teoriche e tecniche di intervento sviluppate dalla psicologia clinica di comunità e dai diversi modelli di psicoterapie pluralistiche integrate.
- la scuola Superiore di Psicologia clinica (SSPC-IFREP) che ha la sua sede centrale a Roma e sedi staccate a Cagliari e Venezia. Utilizza un approccio integrato che fa riferimento soprattutto all'Analisi Transazionale, alla Psicoterapia Relazionale e alla Gestalt.